Force on Force “Boots on the Ground”

23/02/2024

ore: 09:00

stesso giorno

ore: 15:00

INIZIO

09:00

FINE

15:00

LOCALITà

Palazzuolo sul Senio FI

COSTO

su richiesta

CATEGORIA

Force on Force

ORGANIZZATORE

S.O.A Special Operations Academy

GOOGLE MAP

PER INFO, ISCRIZIONE E DETTAGLI

Cristiano +39 3393751580
cristiano.ricci.maccarini@gmail.com

“Boots on the Ground”.
Numero limitato partecipanti 25 massimo, precedenza iscrizioni a tesserati SOA.
La giornata è dedicata alle tecniche di infiltrazione, contro interdizione ed ingaggio in scenario boschivo.
La giornata è fisicamente impegnativa.
Per informazioni generiche sulla attività di Force on Force vedere pagina sito al seguente link:
http://www.specialoperationsacademy.it/force-on-force/
Svolgimento base del training
N.2/3 gruppi operativi più N.1 team in QRF gestiti da comando operativo.
Terreno boschivo collinare montuoso di più ettari.
1 ora di teoria pre training specifica tra capisquadra, marconista e operatori su:
gestione dell’incarico, compiti, regole d’ingaggio, lavoro di squadra, lettura mappa e terreno.
Necessario DPI personali.
I colpi ricevuti che non impattano su protezioni lasciano il segno e fanno male, questo va quindi messo in conto e tollerato.
Per informazioni e iscrizione contattare:
Cristiano 3393751580
Dotazione personale minima necessaria:
Conchiglia per protezione genitali.
Elmetto con “maschera facciale totale”
Giubbotto tattico con piastre o finte piastre.
Guanti con protezione dita e nocche.
Qualsiasi tipo di protezione collo. (sciarpa a rete).
Ginocchiere e gomitiere.
Buffetteria per trasposto caricatori.
Sacca da cintura Drop Bag per riporre caricatori scarichi.
Tourni-CAT minimo 1 per operatore.
Scarponcini da trekking,
Indumenti mimetici, qualsiasi tipologia mimetismo. (consigliato in ordine di validità US Marpat Digit verde, German Flecktarn, US Woodland, US Multicam, IT Vegetato)
Tasca IFAK.
Ogni operatore può ricevere carico in più rispetto alla sua singola dotazione per esigenze di combattimento,
prevedere quindi nel proprio equipaggiamento lo spazio necessario per portare altro materiale es:
corde, munizioni, utensili per apertura porte e finestre, tasche supplementari, radio e mine di inciampo.
Ricetrasmittente con PTT (obbligatoria se Team Leader)
Vedi link per altre info su equipaggiamento necessario.
http://www.specialoperationsacademy.it/force-on-force/
Dotazioni capi squadra aggiuntiva:
Radio ricetrasmittente con PTT
Binocolo per medie distanze.
Necessario per stivare mappa e ordini.
Dotazione Marconista:
Seconda Radio ricetrasmittente con PTT
Armi:
Le armi di proprietà personale devo essere assolutamente del modello T4E Umarex in cal.0,43.
Umarex T4E HK416 cal.0,43 + 4 caricatori minimo.
Umarex T4E T4 cal.0,43 + 4 caricatori minimo.
Umarex T4E PPQ o Glock17 cal.0,43 + 4 caricatori minimo.
Granate del tipo TAGINN FBG-6 Flash Bang 2 sec. Delay.
Solo palle di gomma in 0.43 nere o blu, (no gesso, no vernice, no plastica dura)
Le armi utilizzate sono attrezzature progettate per training, con stessi comandi e maneggio,
valgono quindi tutte le normali procedure di sicurezza adottate in poligoni che verranno comunque trattate a inizio corso.
Cosa non portare:
Tutta la roba inutile spacciata per indispensabile.
Tutto quello che impedisce l’uso rapido delle armi.
Apparati laser montati su rail M4.
Tutto quello che impedisce o rallenta i movimenti singoli e di team.
In questa modalità Combat non servono Mimetiche tipo Ghilly e Sniper Suit.
Il cavo del PPT sulle ricetrasmittenti deve essere fissato in tutto il suo percorso per ovvi motivi di scenario.
Zaino.
Focus su:
Sicurezza nell’utilizzo delle armi nel lavoro di team
Impostazione Mentale al combattimento in ambiente Boschivo.
Concetti e principi del lavoro di squadra durante ingaggio.
Compiti del team leader e gestione dell’incarico.
Ricognizione, pianificazione e assalto a obbiettivo.
Posti di blocco, schieramento dispositivo, messa in sicurezza e procedure di controllo.
Reazione rapida ad ingaggio.
Infiltrazione e contro-interdizione in Boschivo.
Regolamento di ingaggio base del training Force on Force.
2 gruppi ostili che si invertiranno i ruoli dopo preparazione teorica del focus addestrativo.
Ogni persona non facente parte del proprio team armata è da considerarsi ostile.
Gli operatori colpiti devono rimanere sul campo in condizione di “uomo a terra” posizione di uomo a terra impossibilitato a muoversi con queste regole:
Se il colpo impatta su petto (fuori piastra) o testa, o su un arto ad un’altezza tale che non può essere applicato il Tourni-CAT è da considerare KIA, rimane a terra fino a fine ingaggio nella stessa posizione a corpo morto armi lontane da corpo.
Se il colpo impatta su qualsiasi altra parte del corpo non letale è da considerare uomo ferito “uomo a terra”, l’uomo a terra deve applicare il Tourni-CAT e rimane ostile se decide di continuare a combattere.
Uomo a terra ferito con Tourni-CAT che brandeggia arma è da considerarsi ostile.
Uomo a terra con Tourni-CAT applicato e mani lontano da armi va considerato in condizione di resa.
L’obbiettivo della missione deve essere perseguito finché il team ha la forza combattiva per raggiungere lo scopo:
N. 1 un difensore ancora operativo devono corrispondere almeno N.3 attaccanti.
L’addestramento team, o solo singolo operatore, segue questa collaudata procedura:
a) Stabilire procedura standard nell’azione.
b) Addestramento all’esecuzione.
c) Applicazione.
d) Revisione e critica.
e) Correzione.

.